Monitoraggio Studenti Edizione 2016/17

Categorizzazione dati

Di seguito la categorizzazione dei dati ottenuti dal questionario somministato agli alunni

ID Categorie Natura dei dati
0 Dati Generali
1 Grado di soddisfazione
2 Rapporti con la tecnologia
3 Relazioni interpersonali

Analisi e Interpretazione dei Dati


Categoria 0: Dati Generali

I maschi compongono quasi il 62% dei partecipanti ai laboratori extracurriculari tecnologici, a sottolineare una evidente asimmetria di genere.  In Italia, il divario di genere è un problema serio: Il nostro paese si è classificato all’82° posto su 144 paesi, dopo il Burundi (dati World Economic Forum nel suo rapporto 2017 sul Global Gender Gap).
Più dell’80% degli alunni partecipanti abitano nella stessa citta (o paese) della scuola che frequenta, e dove si sono svolte le attività extrascolastiche. Come per le risposte ottenute con il monitoraggio in presenza, il pendolarismo non è un problema.

Categoria 1: Grado di soddisfazione

Quasi il 96% degli alunni che hanno risposto a questa domanda danno una risposta positiva. I laboratori extrascolastici hanno anche una funzione aggregante e offrono opportunità di incontro e, interazioni tra pari che è stata vissuta in chiave positiva. Gli alunni hanno l’opportunità di attuare abilità sociali necessarie nei rapporti interpersonali.
A questa domanda rispondono affermativamente il 85.48% degli alunni che hanno risposto al questionario. Una percentuale alta, anche se inferiore a quella del punto precedente. La possibilità di scambiare informazioni, e di aiutarsi a vicenda contribuisce a chiarire e consolidare i concetti in colui che spiega e migliora il reciproco apprendimento.
A questa domanda rispondono affermativamente il 89.49% degli alunni che hanno risposto al questionario, a testimonianza del fatto che hanno saputo mettersi in questione e hanno saputo usare la loro creatività per risolvere le piccole e grandi sfide che si sono presentate, da soli o con l’aiuto dei compagni, in un ambiente collaborativo e laboratoriale quali quello offerto dai laboratori extrascolastici della linea B2.
la risposta a questa domanda è quasi pari a quella ottenuta alla domanda: ti è piaciuto lavorare in gruppo. L’apprendimento collaborativo, attraversa l’interdipendenza che si crea tra i componenti del gruppo, il senso di responsabilità verso il raggiungimento degli obiettivi trasforma l’apprendimento in un’attività piacevole.
l’esperienza di progettare e pianificare le proprie azioni allo scopo di raggiungere un determinato scopo è stato vissuto in chiave positiva dal 94.75% degli alunni rispondenti al questionario online.
Un’alta percentuale (93.03%) delle risposte è positiva, in linea con le dichiarazioni d’intento rispetto alla volontà di volere rifare un'esperienza simile se l’occasione dovesse presentarsi. Solo il 4.30% dichiara di non essere interessato a rinnovare l’esperienza e il 2.67% non risponde alla domanda. Gli alunni hanno espresso un grande interesse per la linea B2.
L’82.14% degli alunni che hanno risposto a questa domanda affermano di volerla rinnovare se l’occasione si dovesse presentare. È interessante notare che questa cifra è un pò inferiore a quella data l’anno scorso e a quella raccolta attraverso il monitoraggio in presenza (98.7%).

Categoria 2: Rapporti con la tecnologia

In questa edizione, più del 65% degli alunni aveva sentito parlare della tecnologia usata nel laboratorio che ha frequentato (so di che si tratta…), mentre il 18,72% dichiara che non ne aveva mai sentito parlare. Quest’ultimo dato è in diminuzione rispetto alle risposte date l’anno scorso (-7.17%) in effetti, l’anno scorso il 25.89% degli alunni rispondenti al questionario online dichiaravano di non averne mai sentito parlare.
Abbiamo una percentuale alta di risposte positive, però quasi il 9% risponde negativamente. Sarebbe interessante capire le loro motivazioni.
Solo il 34.48% degli alunni risponde affermando di sfruttare le nuove conoscenze nel proprio tempo libero. Questo dato potrebbe essere considerato negativo ma se lo mettiamo a confronto con la domanda successiva ”pensi che lo rifarai in futuro?” la percentuale aumenta al 72,68%. Questo ci fa pensare che non tutti gli alunni hanno capito che le competenze imparate nei laboratori sono trasversali, oppure che non hanno avuto il tempo di provare ad applicarle nel loro tempo libero.
Il 72.68% degli alunni rispondenti al questionario affermano di voler usare in futuro le competenze acquisite nel loro tempo libero.

Categoria 3: Relazioni interpersonali

Il 95% degli alunni rispondono positivamente a questa domanda, a testimonianza che il rapporto che si è creato con questa figura-guida è stato positivo.
Abbiamo un dato positivo, anche se in origine i gruppi erano eterogenei. Si è formato uno spirito di gruppo.